NewsScenario

Google riduce le commissioni del Play Store al 15%

Vale sul primo milione di dollari di entrate per tutti gli sviluppatori Android

Google Play ha annunciato oggi che ridurrà le tariffe dal 2021 per le commissioni che prende dagli sviluppatori Android che distribuiscono applicazioni a pagamento e offrono acquisti in-app tramite il Play Store. In pratica la commissione di servizio sul primo milione di dollari (USD) di entrate ogni anno verrà ridotta dal 30% al 15%.

Il costo del servizio ridotto inizierà il 1° luglio 2021, con Google evidenzia come “il 99% degli sviluppatori a livello globale che vendono beni e servizi digitali con Play vedrà una riduzione del 50% delle commissioni”. L’azienda afferma che circa il 3% degli sviluppatori a livello globale offre app a pagamento o IAP.

Google Play tariffe 2021

Sameer Samat, VP, Product Management di Google Play ha commentato: “Sebbene questi investimenti siano più critici quando gli sviluppatori sono nelle prime fasi di crescita, il ridimensionamento di un’app non si interrompe una volta che un partner ha raggiunto $ 1 milione di entrate: abbiamo sentito dai nostri partner guadagnare 2, 5 e persino 10 milioni di dollari in un anno in cui i loro servizi sono ancora su un percorso verso un’orbita autosufficiente. Questo è il motivo per cui stiamo rendendo questa tariffa ridotta sul primo milione di dollari di entrate totali guadagnate ogni anno a disposizione di ogni sviluppatore di Play, indipendentemente dalle dimensioni. 

Google Play le tariffe del 2021 abbassate in linea con Apple

Questa riduzione delle tariffe per il 2021 segue una mossa simile che Apple ha fatto l’anno scorso. A differenza dell’App Store, Google non richiede agli sviluppatori di aderire prima a un programma, che ha visto alcuni rifiuti, per ottenere questi vantaggi.

Questa modifica anticipa anche il fatto che Google Play richieda alle app Android di utilizzare il suo sistema di fatturazione in-app che sarà attivo da settembre. L’azienda ha inoltre affermato che ritiene la sua tariffa “equa” e necessaria per mantenere la vasta infrastruttura di download e le misure di sicurezza per proteggere gli utenti Android.

Google fornirà tutti i dettagli su questa modifica della commissione del Play Store nei prossimi mesi.

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button