GestioneHardwareSmart OfficeSoftware

Fujitsu fi-8000 all’opera: lo scanner per ogni occasione

Siamo abituati a pensare che gli scanner siano un po’ tutti uguali. Cambia il design ma in fondo si comportano tutti allo stesso modo.
Sbagliato.
Contano le prestazioni, il sensore, il software, la capacità del contenitore e molto altro ancora. Insomma, gli scanner non sono prodotti-fotocopia, e questo PFU lo sa bene.

Da questa consapevolezza nasce la nuova serie Fujitsu fi-8000, pensata per aiutare le imprese ad abbracciare la trasformazione digitale. In fondo questo è il primo passo: convertire la carta in documenti virtuali.
A renderlo possibile è il know-how del colosso nipponico, che ha deciso di dotare la serie fi-8000 della nuova tecnologia Clear Image Capture, che supera i limiti dei sensori CIS o CCD. Come? Unendo la compattezza del CIS alla qualità d’immagine garantita dal CCD. Tutto questo non solo per restituire immagini fedeli dei documenti originali ma per permettere all’OCR – il riconoscimento ottico dei caratteri – di svolgere il suo lavoro. Un passo fondamentale per rendere i documenti editabili e per consentire agli utenti di cercare anche singole parole all’interno di un qualsiasi pdf.

A bordo troviamo anche il Controllo Automatico della Seperazione, l’Intelligent Sonic Paper Protection e e l’Imaging Monitoring. Tutto questo permette di acquisire anche documenti spessi come i passaporti oppure oggetti misti, con etichette e fotografie allegate. Non dimentichiamo poi la funzione Controllo Overscan, che regola in automatico l’area di scansione per evitare la perdita di immagini su documenti leggermente inclinati, così gli utenti possono evitare di ripetere la scansione, garantendo così un funzionamento ininterrotto.

Questa però è la teoria. E la pratica? Per scoprirlo siamo stati nella sede di PFU a Milano.

La prova di Fujitsu fi-8000

Ve lo anticipiamo: la serie Fujitsu fi-8000 è riuscita a stupirci. Prima di tutto per la qualità della scansione: immagini e scritte sono estremamente nitide, e poco hanno da invidiare agli originali.
In secondo luogo il software, PaperStream Capture, garantisce una versatilità davvero estrema. Potete infatti sfruttarlo per creare profili personalizzati, dedicati a documenti differenti e settati per ottenere risultati diversi. Il programma, che nella versione base è incluso, permette di definire la qualità della stampa, di impostare la grammatura e la tipologia di carta, di definire la destinazione finale del file e di definire il riconoscimento automatico di dati specifici.

Facciamo qualche esempio.
La prima scansione a cui abbiamo assistito riguardava un passaporto, con tutto il suo spessore. Lo scanner non ha avuto alcun problema a scansionarlo e a catturare dati specifici. In un attimo quindi avete una copia digitale del documento e un file di testo che contiene nome e cognome, data di nascita, data di emissione e scadenza e numero del passaporto.

Fujitsu Fi 8150

Anche un A3 non è un problema per lo scanner di PFU. Non per dimensioni del vassoio ma perché può essere piegato in due e poi ricostruito digitalmente.
Abbiamo poi la possibilità di scansionare una tabella e trasformarla automaticamente in un file Excel, o di fare la stessa cosa con un testo che diventa un file Word.

La serie Fujitsu fi-8000 può inoltre digitalizzare fogli molto sottili, buste spesse e documenti plastificati come patenti e carte d’identità elettronica.
L’abbiamo visto anche dividere automaticamente dei documenti in base al codice a barre rilevato o, ancora, eliminare le pagine bianche, digitalizzando solo i fogli che contenevano una qualche scritta.
Infine abbiamo assistito al miglioramente di una fotocopia. Che significa? Che potete scansionare una copia mal riuscita di un documento e usare il software per ottenere una versione più chiara e leggibile.

Insomma, le possibilità sono davvero tantissime e PaperStream Capture non ci è sembrato particolarmente complesso. Basta solo prendersi i giusti tempi per settarlo e creare i profili di cui avete bisogno.

Vi segnaliamo infine che la famiglia fi-8000 è compatibile con Central Admin, permettendo quindi una gestione centralizzata e remota di tutti i dispositivi.

[amazon box=”B09RVFP6TB”

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button