NewsSoftware

Dropbox verso l’acquisizione di DocSend, la startup per condividere documenti

L'azienda cloud ha annunciato il piano d'acquisto della startup per 165 milioni di dollari

Dropbox annuncia l’acquisizione di DocSend, la startup per condividere e tracciare documenti con un link sicuro invece che come allegato. Il costo dell’operazione dovrebbe ammontare a 165 milioni di dollari.

Dropbox annuncia l’acquisizione della startup DocSend

L’azienda di servizi cloud ha commentato a Ron Miller di TechCrunch (fonte in calce all’articolo) che l’acquisto vuole migliorare la sicurezza degli utenti quando scambiano documenti. “Annunciamo l’acquisizione di DocSend per fornire una set di strumenti ancora più ampio per il lavoro da remoto. E DocSend aiuta i clienti a condividere e gestire in sicurezza i documenti critici del proprio business, supportati da un potente supporto analitico”.

Con l’acquisizione nel 2019 di HelloSign, l’arrivo degli strumenti di DocSend permette a Dropbox di fornire un servizio end-to-end per la condivisione di documenti. Il workflow aziendale diventa più semplice, immediato e sicuro.

dropbox acquisizione docsend startup

Un ritorno alle origini

Il CEO di DocSend conosce il mondo Dropbox da vicino. Russ Heddleston infatti ha lavorato come stagista nell’azienda nel 2010. Ha persino presentato l’idea per DocSend al CEO di Dropbox Drew Houston nel 2013, prima di lanciare la startup. Il quale ha dato allo startupper la sua approvazione, confermata dall’acquisizione di oggi.

Heddleston ha commentato il successo della propria startup dicendo: “Abbiamo approfondito il concetto delle spedizioni esterne [dei documenti cloud, ndr]. Che sono evoluti e hanno aperto diversi possibili workflow. Ed è stato davvero interessante che solo restando focalizzati solo su quest’aspetto siamo riusciti a creare un prodotto totalmente differente che gli utenti amano davvero molto”.

DocSend infatti è divenuto un sistema per spedire proposte e pitch per creativi, reparto vendite, servizi clienti e startup. Uno strumento che si è rivelato davvero flessibile e che Dropbox ora punta di includere nel proprio pacchetto di strumenti per le aziende.

Microsoft Surface GO 2 Tablet, 10.5'', 4 GB RAM, 64 GB SSD, Dual-Core Intel Pentium Gold 4425Y, Windows 10 Home, Platino
  • Schermo PixelSense da 10.5" con risoluzione di 1920 x 1280, multitocco a 10 punti e input penna
  • Abilitato per Windows Hello
  • Durata della batteria fino a 10 ore di autonomia
  • Connessioni: 1 x USB-C, connettore jack per cuffie da 3.5 mm, 1 porta Surface Connect, porta per Cover con tasti per Surface, lettore di schede microSDXC
  • Penna, tastiera e mouse non inclusi nella confezione, sono acquistabili separatamente

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button