AziendeNews

Cisco Hybrid Work Index, il lavoro ibrido non può prescindere da dispositivi mobile e intelligenza artificiale

Tra le informazioni raccolte emerge che aumentano del 300% i meeting effettuati da dispositivi mobile

Cisco ha presentato il suo primo Hybrid Work Index (HWI) basato su milioni di datapoint aggregati e anonimi dei clienti. L’indice, che verrà aggiornato trimestralmente, esamina come le abitudini delle persone e le interazioni tecnologiche hanno rimodellato in modo permanente il lavoro a un anno e mezzo dalla pandemia di COVID-19. I risultati mostrano che i lavoratori ibridi si aspettano una maggiore flessibilità, accessibilità e sicurezza, mentre le aziende devono soddisfare queste crescenti esigenze tecnologiche.

Il Global Hybrid Work Index di Cisco è l’unico rapporto del suo genere, che esamina persone, tecnologia e business per identificare le tendenze emergenti del lavoro globale. Deriva approfondimenti da milioni di punti dati dei clienti aggregati e anonimi dalle piattaforme di collaborazione (Webex), networking (Meraki), visibilità Internet ((ThousandEyes)) e sicurezza (Talos, Duo, Umbrella) di Cisco. La ricerca di terze parti condotta su oltre 39.000 intervistati in 34 paesi, inclusi CIO, responsabili delle decisioni IT e dipendenti, integra i dati dei dipendenti di Cisco.

I risultati chiave del Cisco Hybrid Work Index

Questo insieme di dati anonimi e aggregati, combinato con i sondaggi sui clienti, fornisce le informazioni uniche che alimentano l’HWI. Dal report sono emersi diversi temi chiave che possono aiutare i leader aziendali a comprendere l’approccio che devono adottare per rendere il lavoro ibrido un successo a lungo termine:

  • Il 64% concorda sul fatto che la possibilità di lavorare da remoto invece di entrare in un ufficio influisce direttamente sul fatto che rimangano o lascino il lavoro. Tuttavia, c’è anche incertezza se i datori di lavoro realizzeranno il potenziale del lavoro ibrido: solo il 47% pensa che la loro azienda consentirà di lavorare da qualsiasi luogo rispetto all’ufficio nei prossimi 6-12 mesi.
  • Flessibilità e benessere sono fattori chiave per il lavoro ibrido: la stragrande maggioranza degli intervistati concorda sul fatto che la salute e il benessere personali, insieme a modalità di lavoro flessibili, non sono negoziabili mentre ci muoviamo nel futuro del lavoro ibrido.
  • Il lavoro ibrido genera un’impennata delle riunioni in movimento: prima della pandemia, le persone utilizzavano dispositivi mobili il 9% delle volte per connettersi alle riunioni. Attualmente questo numero è triplicato ed è ora al 27%.
  • Le riunioni abbondano, ma non tutti “partecipano” allo stesso modo: più di 61 milioni di riunioni si svolgono a livello globale ogni mese tramite Cisco Webex. E in ognuno di essi, è probabile che parli solo il 48% dei partecipanti. Inoltre, il 98% delle riunioni ha almeno una persona che partecipa in remoto, aumentando la necessità di inclusione e coinvolgimento dei partecipanti a distanza, in modo che si sentano uguali ai loro pari in loco.
  • Hybrid Work significa maggiore accesso a talenti diversi: l’82% degli intervistati concorda sul fatto che l’accesso alla connettività è fondamentale per la ripresa dalla pandemia di COVID-19 e l’importanza di garantire a tutti parità di accesso a posti di lavoro, istruzione e opportunità di assistenza sanitaria. Un maggiore accesso alla connettività consentirà alle persone di lavorare per qualsiasi azienda nel mondo e alle aziende di reperire i migliori talenti indipendentemente dalla posizione.
  • L’intelligenza artificiale non influisce sulla possibilità di perdere il posto di lavoro; L’intelligenza artificiale è al centro del futuro del lavoro: oltre il 200% di crescita nell’utilizzo delle funzionalità di intelligenza artificiale da luglio a settembre 2021 indica il desiderio delle persone di migliorare il coinvolgimento durante le riunioni. Ciò include funzionalità di riunione come riduzione del rumore, traduzione e trascrizione automatiche, polling e riconoscimento dei gesti, rendendo più facile per le persone impegnarsi in una conversazione, sia virtuale che nella stanza.
Cisco Hybrid Work Index

La tecnologia la fa da padrone

  • Le reti domestiche sono ora una delle parti più critiche della rete aziendale: crescita 2 volte più rapida dei dispositivi di telelavoro rispetto ai router delle piccole e medie imprese dall’inizio della pandemia.
  • Le maggiori minacce sottolineano l’importanza della sicurezza incentrata sull’utente: durante la pandemia, i tentativi di accesso remoto dannosi sono cresciuti di 2,4 volte. Nel settembre 2021, la forza lavoro ibrida è stata presa di mira da oltre 100 milioni di minacce al giorno via e-mail. Questo sottolinea l’importanza delle infrastrutture di sicurezza che mantengono il lavoro accessibile agli utenti abilitati e fuori dalla portata dei pirati informatici.
  • Le aziende considerano le app di collaborazione come il tipo di applicazione più critico per il successo del lavoro ibrido: queste sono ora il tipo di applicazione più considerato dai team IT a livello globale. Le app di collaborazione hanno superato quelle per l’accesso sicuro alla rete aziendale e quelle di produttività, che erano state maggiormente valutate all’inizio della pandemia e durante il passaggio al lavoro a distanza.
  • Le reti di provider cloud dimostrano una maggiore stabilità rispetto ai provider di servizi Internet (ISP): da gennaio 2020 ad agosto 2021, le reti di provider cloud hanno rappresentato solo il 5% delle interruzioni di servizio dovute a un attacco informatico o altro, mentre le reti ISP hanno rappresentato il restante 95%.
  • Il lavoro in presenza sta tornando: i dispositivi che si connettono alle reti Wi-Fi dell’ufficio sono aumentati del 61% rispetto a sei mesi fa. Questa crescita è guidata dall’istruzione superiore, dai servizi professionali e dall’hospitality.

DELL Vostro 3501 cpu Intel i3 10°GEN. 2 Core a 3,4 ghz, Notebook 15.6" Display FHD 1920x1080 Pixels, DDR4 4/8 GB ram, SSD 256 GB, webcam, Wi-fi, Bt, Win 10 Pro, A/V, Gar. Italia (8GB)
  • TESTATO PER L'AFFIDABILITA': Il Processore Intel Core i3-1005G1 di ultima generazione (max 3,4 GHz) assicura velocità del software grazie alla tecnologia intel; queste prestazioni consentono di lavorare sul tuo portatile dell a progetti complessi in modo semplice e veloce. Ultra slim notebook i3 premium
  • PRODUTTIVITA' COSTANTE: Memoria RAM 8 GB (Max 16 GB /2 slot) ; SSD nvme express 256 GB veloce
  • IMMAGINI BELLISSIME: Schermo bordi sottili su 3 lati ottimizza riducendo al minimo le distrazioni, Display 15.6” opaco nitido FHD 1920x1080 alta risoluzione - Antiglare luminosità immagine 220 cd/m² colori brillanti, retroilluminazione a LED formato 16:9 . Tastierino numerico
  • DATI AL SICURO: Sistema pronto all'uso Windows 10 Pro 64-bit, Office Trial , Antivirus Windows Defender, Acrobat Reader , Hardware premium con finitura in policarbonato e un aspetto di professionale qualità
  • OFFERTE LAPTOP: Pacchetto di qualità ottimale, Dell Vostro ideale notebook aziendale, perfetto per notebook ufficio notebook scuola, carta del docente, bonus pc smart working, didattica a distanza, computer azienda, ricerca per università, dell i3 con garanzia 24 mesi

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button