NewsStartup

Aulab, la sua prima campagna di equity crowdfunding ha già raggiunto l’obiettivo

In sole 2 ore superato il "goal" di 200 mila euro

Aulab, la prima startup di Coding Factory italiana dedicata al mondo della programmazione, arriva su Mamacrowd con una campagna di equity crowdfunding. La startup, nata nel 2014 da un’idea di Davide Neve, mira a espandersi a livello nazionale e internazionale ed ampliare la propria offerta formativa, per rispondere alla carenza di risorse tech nel panorama italiano. E questo sarà possibile grazie a un innovativo corso di programmazione intensivo di 3 mesi chiamato hackademy. Questo corso si basa sulla pratica e con un ciclo formativo più breve rispetto ai percorsi di formazione tradizionali, il coding bootcamp di aulab consente di formare rapidamente nuove figure professionali in tutta Italia, pronte ad entrare nel mercato del lavoro.

Infatti, secondo recenti sondaggi, in Italia c’è carenza di queste figure, e molte assunzioni sono previste a livello internazionale, anche in conseguenza alla trasformazione tecnologica, crescite occupazionali del 18% entro il 2023.

Di fatto aulab è diventata la prima Coding Factory italiana dedicata al mondo della programmazione ed ha formato più di 500 persone, con un tasso di placement del 95%. Questo ha portato ad una crescita del fatturato a doppia cifra costante e del 138% solo nell’ultimo anno (2019-2020), con il team raddoppiato negli ultimi 12 mesi.

Aulab, la startup ha già raggiunto l’obiettivo della sua equity crowdfunding 

L’interesse per la campagna di equity crowfunding proposta su Mamacrowd è stato da subito molto importante. Infatti in poco più di due ore dal lancio sono stati  raggiunti oltre 200.000 euro di adesioni.

 Ora la campagna di aulab resterà aperta all’ingresso di nuovi investitori con l’obiettivo di raggiungere l’hard cap, fissato a 500.000 euro: chiunque potrà dunque investire nel progetto e diventarne socio a tutti gli effetti, con un processo online e vigilato da Consob.

Aulab startup equity crowdfunding“Siamo orgogliosi e soddisfatti della risposta immediata che abbiamo ricevuto dalla community e dagli investitori: dimostra che la strada che stiamo percorrendo è quella giusta”, commenta Davide Neve, fondatore e CEO di aulab. ”Allo stesso tempo ribadisce l’interesse e l’attenzione degli investitori verso un settore, come quello dell’educazione legata alla programmazione, che ha bisogno di crescere per poter rispondere alla domanda di formazione, in un momento in cui cui digitalizzazione e trasformazione tecnologica sono fondamentali”.

I fondi raccolti tramite la campagna di equity crowdfunding saranno investiti da aulab per sostenere l’espansione aziendale, ampliare l’offerta formativa e continuare a rispondere alla carenza di risorse tech nel panorama italiano. In particolare, i fondi raccolti verranno utilizzati per investimenti in marketing, ricerca e sviluppo su contenuti didattici e formazione del personale, attrezzature per la didattica e opere sulla sede.

Perixx - Tastiera per gamer (layout italiano non garantito) PX-1100, Layout Italiano
  • Tastiera da gaming di grandi dimensioni AZERTY (nota:l'immagine mostra un tastiera QWERTY, ma il prodotto è AZERTY).

Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button