NewsSicurezza

Akamai: gli attacchi contro app web e API dei servizi finanziari crescono del +257%

L'ultimo report State of the Internet rivela un accanimento contro i servizi finanziari

Akamai Technologies rivela nel più recente report State of the Internet che gli hacker si stanno accanendo contro i servizi finanziari: gli attacchi contro applicazioni web e API del settore crescono del +257%. Infatti, l’80% dei criminali informatici si sta focalizzando su questo settore, per ottenere un ritorno economico maggiore.

Akamai: i servizi finanziari sotto attacco, +257% attacchi contro app e API

Akamai registra un aumento importante degli attacchi contro applicazioni web e API del settore finanziario, nell’ultima ricercare intitolata Il nemico è alle porte. Infatti l’80% degli hacker si sta concentrando sui servizi finanziari, con attacchi alle vulnerabilità zero-day che si contano nelle migliaia all’ora nel primo giorno. Anche gli attacchi DDoS sventati contro i servizi finanziari aumentano del 22%. Ma il dato più preoccupante senza dubbio riguarda l’impennata di attacchi contro applicazioni web e API.

Su base mondiale, l’aumento vale +257% rispetto all’anno scorso. In alcune zone del mondo è particolarmente pronunciato: in Asia-Pacifico e Giappone arriva addirittura a +449%. Un aumento che rispecchia la crescita degli attacchi nella regione: Australia, Giappone e India sono i Paesi più attacchi.

Claroty presenta xDome, la nuova piattaforma di cybersecurity

Anche in Europa però molti dati preoccupano. Gli attacchi DDoS nella nostra regione crescono del +73% rispetto l’anno scorso, tanto che la zona EMEA supera per la prima volta per quantità di attacchi di questo tipo gli Stati Uniti. Un possibile fattore è il conflitto fra Russia e Ucraina, anche digitale.

Alessandro Livrea, Country Manager Italia di Akamai, spiega: “I servizi finanziari sono tra i settori maggiormente attaccati quando vengono individuate nuove vulnerabilità, sono tra gli obiettivi preferiti degli attacchi DDoS e sono continuamente oggetto di campagne di phishing mirate ai loro clienti, che subiscono l’impatto maggiore di questi attacchi. I criminali troveranno sempre il modo di infiltrarsi nella vostra rete o colpire i vostri clienti. La comprensione delle superfici di attacco può fornire indicazioni sui rischi principali e quindi consentire alle organizzazioni di elaborare controlli di sicurezza e piani di mitigazione per proteggere meglio i clienti”.

Potete scaricare il report nella sua interezza qui.

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button